Un rituale,  una celebrazione per immergerci nell’energia del

Solstizio

Dai tempi dei tempi i nostri predecessori, i nostri antenati, i popoli tribali di tutto il mondo onoravano e celebravano  all’interno della loro comunità i cicli delle stagioni, di cui erano e si sentivano parte e grazie ai quali ricordavano e percepivano il movimento di cambiamento continuo del flusso della Vita. 

I rituali, oggi più di prima in questo nostro mondo così tecnologica o e distante dalla Natura, ci ricollegano  ad una conoscenza antica, che vive assopita  dentro di noi. Ogni qualvolta che ci avviciniamo ad un rituale,  si afferma dentro di noi un nuovo e più intenso significato della vita; riscopriamo i cicli naturali della Natura, che sono parte integrante di noi, e ci viene donata l’opportunità di percepire sempre di più la connessione che esiste tutti gli essere umani, Madre Terra, il  visibile e l’ invisibile, fino alla Sorgente della Vita.

1d404eee567212ccf9687b4cd899b725

BENVENUTI QUINDI  NELL’OSCURITA’ DEL SOLSTIZIO D’INVERNO!

Rituale per la Vigilia di Natale

Il rituale che segue è un bellissimo momento di celebrazione da trascorrere in famiglia, oppure in un cerchio che facilitate,  o in gruppo. Se vi trovate da soli, non importa, lo potete adattare alle vostre esigenze, centrandovi nel cuore , con un intento di amore e guarigione.

Prende le sue origini da antichi rituali celtici: “La cerimonia delle campanelle “, un po’ riadattato. 

Ciascun membro della famigia o del cerchio sceglie una campanella. Se proprio non trovate delle campanelle, o jingle, non importa, potete scegliere uno strumento musicale, una piccola percussione, tipo maracas, bastoncini, tamburelli o altro. Uno dei genitori, o il leader del cerchio, sarà colui/colei che faciliterà il rituale. Quello che è importante è centrarsi nel Cuore con un intento di connessione, guarigione ed amore. 

SIGNIFICATO DELLE CAMPANELLE:

Il suono delle campanelle, tradizionalmente in questo periodo dell’anno sta a simboleggiare il vecchio che se ne va, il vecchio anno, le vecchie abitudini, i pesi,  ed il nuovo che arriva.

IL RITUALE

Svolgimento

Le campanelle o strumenti si suonano più volte all’unisono nel corso del rituale. Il leader che conduce la cerimonia, introduce di volta in volta il motivo per cui  si suona tutti insieme. 

f4bd8825f6d1196476763a0dc180a783– Se  la famiglia o il cerchio, sono soliti onorare le quattro direzioni come pratica spirituale, si può iniziare  rivolgendosi a ciascuna delle 4 Sacre Direzioni (partendo da Est, poi Sud, poi Ovest ed infine Nord) e suonando tutti all’unisono le campanelle o gli strumenti. Il suono delle campanelle o degli strumenti all’unisono,  onora e celebra ognuna  delle 4 Sacre Direzioni e la connessione con esse. 

 – La famiglia suona le campanelle (o gli strumenti) per connettersi ed  onorare le 3 direzioni che ci connettono all’Albero della Vita: il mondo di sopra, luogo del Cosmo, il mondo di Sotto, il luogo del Pianeta, e la Terra di Mezzo, la Divina Unità, il Proprio Cuore. 

– Se vi piace, potete suonare ancora una volta tutti insieme gli strumenti per onorare e consolidare anche la connessione tra i membri della famiglia o del cerchio. 

dbbda4cb0fa345eb8b02ed39fd245a7c– Si suona un’altra volta tutti insieme  per Celebrare la connessione con i cicli della Natura,

– Infine per l’ un’ultima volta si suonano o tutte insieme le per celebrare e consolidare la connessione con la  Vita nel pianeta Terra e con tutta la Natura. 

– Fatto questo, ci si centra ancora nel cuore, e dal più grande al più piccolo, ciascun membro della famiglia esprime una visione, un desiderio, un dono spirituale o un desiderio  per Madre Terra, di seguito esprime una preghiera, un desiderio, un dono spirituale per gli altri esseri umani , per la propria famiglia vicina o lontana,   ed infine per se stessi. Questi sono intenti dal cuore per il nuovo Anno che inizia, il nuovo cammino del Sole, che rappresenta anche il nostro Sole interiore . 

Ogni volta che un membro finisce di parlare, tutti suonano insieme le campanelle per confermare quel desiderio o visione.

Siamo tutti UNO, siamo tutti connessi, e gli intenti espressi da un membro sono intenti in connessione anche con i cuore i dei presenti e di tutta l’umanità.

Quando tutti hanno parlato, tutti i partecipanti suonano all’unisono per 3 volte le campanelle o gli strumenti e se si vuole si augura a vicenda un buon solstizio, un buon Natale e una Rinascita . 

Vi auguriamo  tanta luce e serenità

Viviana & Dario

Liberamente tratto  ed ispirato da Mystic Mama: http://www.mysticmamma.com/winter-solstice-ritual-ideas-celebrations/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>