Come si svolgono le costellazioni familiari -sistemiche

 

costellazione-familiare

 

La sessione di costellazioni familiari sistemiche con un cliente/consultante è preceduta da un breve dialogo durante il quale viene espressa una tematica. tramite semplici domande, si accede ad ad alcune informazioni e fatti riguardanti la propria famiglia o il sistema interessato.

Una volta emerse le caratteristiche della problematica, si invita il cliente ad esprimere il proprio intento di guarigione o obiettivo da raggiungere.  A questo punto ha inizio il vero e proprio processo di costellazione:  il consultante sceglie tra i partecipanti alcuni  rappresentanti che metteranno in scena la famiglia di origine, gli archetipi o gli elementi importanti per il tema in questione. Grazie alla possibilità di vedere la realtà da un altro punto di vista, è possibile portare alla luce quei legami nascosti, irretimenti o disequilibri degli ordini dell’Amore, sovente espressione di matrici inconsce dell’Anima Collettiva,  che, una volta manifestati, possono essere onorati e sciolti, lasciando spazio ad  nuova forza creativa e  a nuovi equilibri.

L’accettazione della “realtà per come è favorisce l’Apertura del Cuore , la nascita di un nuovo punto di vista e consente di assumersi le proprie responsabilità, così da avviare un profondo processo di Autoguarigione, trovando risorse e soluzioni dentro di Sè. Il lavoro viene svolto in cerchio, tutti UNO sullo stesso livello, tutti connessi ad una stessa Sorgente.

In una rappresentazione si può essere semplici osservatori oppure si può essere scegli come rappresentanti. In entrambi i casi, viene vissuta un’esperienza preziosa che comporta una crescita dell’Empatia, della Compassione e un ampliamento dello Spazio Sacro del Cuore.

Entrando in risonanza con quanto accade abbiamo inoltre la possibilità di fare luce dentro di noi e ricevere insegnamenti utili per la nostra crescita ed evoluzione.

 

CHI PUO’ TRARNE BENEFICIO E IN QUALI SITUAZIONI: 

– Chiunque senta dentro il proprio cuore la spinta a celebrare la vita

– Per chi vuole intraprendere una maggior conoscenza di sé e potenziare ed esprimere i propri talenti

– per chi desidera  una crescita personale, interiore o e/o spirituale

– nei casi in cui si ripetano sistematicamente delle situazioni simili (in ambito lavorativo, familiare, affettivo o altro), che risultano un blocco o limite o che vengano vissute come dolorose

– difficoltà nel manifestarsi per ciò che si è, sensazione di non vivere, o di vivere la vita di qualcun altro

– bassa autostima, sentire di non meritare, sentirsi la pecora nera

– non trovare o non sentirsi al proprio posto

– senitirsi persi,  disconnessi o incompleti

– sentimenti o percezione di frammentazione interiore,

– ansia , depressione, fobie o paure – reazioni emotive eccessive in situazioni particolari

– difficoltà nel gestire la rabbia , scoppi d’ira, reazioni violente

– Situazioni o legami di dipendenza (affettiva, alcool, gioco, stupefacenti e qualsiasi altra forma di dipendenza)

– guarigione del bambino interiore

– Conflitti matrimoniali, relazioni di coppia difficili.

– Divorzio e separazione (con o senza figli)

– Difficoltà nel creare una relazione sentimentale (tendenza a sabotare una relazione e distruggerla, incontrare sempre “il partner sbagliato”)

– Relazioni difficili con i propri familiari

– Relazioni difficili con i propri figli,  bambini problematici o con malattie , anche in tenera età  (un genitore può lavorare per i propri figli se minori di 18 anni)

–  Problemi con la sessualità

–  Paura di una gravidanza, difficoltà nel rimanere incinta –  infertilità

–  Aborti spontanei o volontari

–  Adozioni

–  Famiglie ricomposte e famiglie con un solo genitore

–  Emigrazione/immigrazione

–  Abuso fisico, psicologico

–  Abuso sessuale

–  Incesto

– Traumi da incidenti o calamità naturali

– Problemi di salute fisici o mentali

– Lutto: il dolore, la perdita e il lasciar andare

– Problemi di lavoro o nella vita professionale, difficoltà nel manifestarsi a  livello professionale

– Problemi aziendali

– Stress

–  Problematiche finanziarie ed economiche, cattivo rapporto, o credenze negative ,  verso i soldi

–  Equilibrio dare e ricevere

 

Foto di Massimiliano Mitch